domenica 29 settembre 2019

OPUS DEI, 'NDRANGHETA e STRUTTURE MASSONICO-PROFANE

La Luce nel Tempio si è fatta elettrica inconsapevolezza del nulla che gravita sotto queste stelle.
Così, troppo spesso, mi appare. Un gioco rituale fatto di sospiri e cappucci vuoti. Grembiuli comperati (o regalati) al mercato delle vacche sacre.
Obbedienze, Riti, Gradi... una corsa al: io sono più di te.
Il nulla cosmico della massoneria italiana non è colpa della P2, ma del niente che gli girava intorno.
E in questo nulla sono state seminate, per poi germogliare rigogliose, tutte quelle sovrastrutture di caratte massonico. Di carattere, appunto.

I nostri antichi rituali, il nostro Silenzio operoso, i nostri principi di Uguagliaza, Libertà e Fratellanza si sono spenti nel 1717.
Ci sono strutture, criminose e non, che hanno fatto un copia-incolla del nostro modus-operandi, a livello nazionale e internazionale, religioso e interreligioso.
Parlo dell'Opus Dei, che ha capito come muoversi sotto traccia: oggi sono loro la "vera" massoneria. Non nei contenuti ma nel modo di muoversi.
Parlo di tutte quelle mafie che si organizzano in soluzioni piramidali, che fanno iniziazioni (guarda un po'), che fanno giuramenti simili al nostro, per lo meno quello antico, ora si fa (non nella nostra Loggia) una promessa scautistico-clericale.

Ci hanno copiato perché funzionavamo, eravamo la coscienza pulita di qualunque tipo di società in cui venivamo inoculati, un virus guaritore, un insieme di esseri umani capaci di modificare le sorti dei loro simili. Un DNA portatore di un messaggio d'amore per l'Universalità.

Assistere, oggi, a Tornate dove l'apparenza è la regina del niente e il niente è ornato da Gradi e Grembiulini mi fa tanta, tanta tristezza. Obbedienze che si sfaldano sotto i colpi metallici della profanità massonica, Fratelli e Sorelle (più i Fratelli) che litigano suoi social in maniera indecorosa.
Le imposizioni libertarie delle Obbedienze più grandi, i giochi da scarestia incazzata che si svolgono durante votazioni allucinanti. Schieramenti, vuoti comunicativi, smemorate dimenticanze del proprio sangue, profili talmente bassi che ad ascoltare certe Tavole si attivano principi di orchite (per gli uomini e attacchi di candida per le donne).

Parole travestite di esoteriche pappagallesche ripetizioni, rituali stuprati... un depotenziamento programmato che abbiamo accettato per quattro collane di perline.
Bene, ora siamo nelle riserve, relegati in Templi inerti. Il sotto non si collega più con il sopra e se accidentamente succede, accade in maniera del tutto inconsapevole.
Felice per quei pochi che non si riconosceranno in questa massoneria profana.
Per chi si offenderà per queste parole chiedo sin da ora perdono... tolleranza Fratelli... tolleranza.
Io tollero il vostro vuoto voi tollerate la mia incazzatura per l'ennesimo fallimento del genere umano.

Ma c'è una soluzione? Oh sì che c'è... resettare tutto e ripartire da zero.
Via i Riti, via le Obbedienze, via tutte quelle sovrastrutture nate solo per controllare chi sta sotto la Piramide.
Tornare alla forma Universale originaria: una galassia di Logge, uniche e sovrane di sé stesse.
Sappiamo come si fa, abbiamo almeno 6000 anni d'esperienza, è che negli ultimi trecento ci siamo un poco prostituiti al luccichio dell'ego.
Prosit.

PS: siamo arrivati che un piccolo blog come questo fa in un mese quasi 6000 pagine visualizzate negli Stati Uniti e 500 in Italia...  

Fabio Pedrazzi



Nessun commento:

Posta un commento