lunedì 10 febbraio 2020

Il Secondo Sorvegliante

Per questo articolo prendo spunto dal mio nuovo incarico presso la R:.L:. Giano all'Oriente di Roma appartenente al GOA (Grande Oriente di Andorra).

Il 2° SORVEGLIANTE

È colui che cura la parte notturna della Loggia, ovvero la colonna di Settentrione. Uno dei suoi compiti è quello di far comprendere a tutti i FR: e le Sr:., soprattutto agli Apprendisti di cui è referente, il Silenzio.
Si occupa anche della formazione e dell'istruzione degli Apprendisti.
Fa parte della Terna di Fuoco e aiuta a far sorgere il Sole a Mezzanotte.
È anche colui che deve essere in grado di percepire gli stati d'animo di tutti i FR: e le Sr:. della Loggia, oltre che far proprie le parole che gli Apprendisti non possono portare direttamente tra le Colonne. Sarà lui, infatti, a farli "parlare".

Questo ruolo è di fondamentale importanza, dal suo Lavoro usciranno i Compagni d'Arte che poi, sotto la guida del 1° Sorvegliante, saranno i futuri Maestri. Ma è anche colui che deve controllare la parte oscura... la notte, il buio della Loggia.

Sarà lui a portare gli Apprendisti dal Silenzio alla Parola. È lui che introdurrà i neofiti sulla Via del Rituale, ascoltando e aiutando nella crescita i semi più giovani (massonicamente parlando) che la Loggia è in grado di seminare.

Il suo posto in Loggia è di fronte alla Colonna di competenza, in modo che possa osservare gli Apprendisti durante la Tornata.
Come avrete capito non è meramente il referente degli Apprendisti, ma è colui che cura il rispettoso Silenzio di tutti.

Fabio Pedrazzi







1 commento: