giovedì 27 giugno 2019

Il TESORIERE... ma è davvero solo il ragioniere di Loggia?

In genere questo ruolo, nelle Logge, viene dato a chi nella vita profana "sa far di conto".
Il suo compito è quello di riscuotere le capitazioni, tenere in ordine il bilancio della Loggia e interfacciarsi con l'Obbedienza, dove esiste, in modo che tutta la parte finanziaria  sia giusta e perfetta.
Ma è davvero solo questo il compito del TESORIERE?


Ovviamente no.
Ha un compito molto più difficile e, non ho dubbi a dirlo: di alto spessore.
Il TESORIERE è colui il quale si DEVE accorgere quando un Fr: o una Sr: hanno trasmuato il loro piombo in oro.
E' il primo che deve capire quando un membro di Loggia ha fatto un passo avanti, meritando per questo un passaggio di grado oppure, se già Maestro (rimaniamo sempre nella M:.A:.), sarà in grado di affrontare argomenti sempre più trasmutativi.

Il TESORIERE è un po' l'Alchimista della comunità massonica in cui opera. E' colui che da la giusta caratura all'Oro che si forma in Loggia. Un Oro spirituale ovviamente.

Il TESORIERE valuta attentamente i vari Metalli, leggi qualità elementali, che vengono prodotti dai Fr: e dalle Sr:., ne valuta proprio il peso specifico che hanno all'interno della Loggia e cerca di preparare i Fr:. e le Sr:. alla "trasmutazione" in quell'Oro spirituale che serve a poi a "pagare gli operai".
- Pane e vino per gli Apprendisti, in quanto ancora non in grado di "amministrare" le proprie entrate (da qui la confusione sul fatto che gli Apprendisti non debbano essere messi a conoscenza delle finanze di Loggia... quelle profane vanno esplicitate a tutti, altro livello è quello alchemico)
- Argento per i Compagni
- Oro per i Maestri

Fatta questa caratura consegna le proprie indicazioni al M:.V:. e da la possibilità al 1° Sorv:. di dichiarare se tutti gli "operai" sono soddisfatti della paga.
La "paga"... sono i lavori di Loggia a cui hanno assistito e partecipato.
Quelli sono i metalli preziosi che la Loggia produce e che il TESORIERE deve essere in grado di valutare.

Capite bene che questo ruolo è ben lontano dal mero mettere i fila i numeri.
Perciò alle prossime distribuzioni di cariche, tenete presente anche l'aspetto esoterico-alchemico del candidato oltre che il diploma profano.

Curiosità:
la sua collocazione nel Tempio è a Est-Nord Est
i suoi pianeti sono Venere e la Luna
la sua qualità è la Terra e come simbolo ha il Toro.

Fabio Pedrazzi

Nessun commento:

Posta un commento