domenica 9 dicembre 2018

J'ACCUSE AL "DIRITTO"

Ebbene sì, voglio andare controcorrente.Tutti sbandierano i Diritti e io voglio invece parlare dei Doveri. Vorrei che oltre alla carta dei Diritti Umani se ne facesse una dei Doveri Umani. Questa umanità si deve rendere conto che HA DEI DOVERI, che ognuno di noi ha dei doveri, e non solo diritti.
Abbiamo doveri verso noi stessi, verso i nostri simili, verso il pianeta che ci ospita, verso qualunque forma di organizzazione sociale che ci siamo scelti. Ne abbiamo anche verso quelle forme di organizzazione sociale che ci vengono imposte: in quel caso abbiamo il dovere di combatterle.
Abbiamo il dovere morale di aiutare chi sta peggio di noi, sia che siamo Massoni o no.

Ogni Massone lo dovrebbe ben sapere: non ci si eleva attraverso i diritti ma bensì attraverso i doveri. Ecco che nella nostra Istituzione troviamo regole, procedure, paletti morali e binari etici dai quali non si può uscire. Il concetto fondante di questo mondo capitalistico-amorale è fondato sullo spargimento a pioggia dei Diritti: tutti hanno diritto a qualcosa, pochi si sentono invece in dovere.
Oggi la Massoneria dovrebbe portare avanti un concetto diverso: tutti hanno dei Doveri, ognuno al proprio livello. I Maestri hanno il Dovere di aiutare nella crescita gli Apprendisti, hanno il DOVERE!!! Non: siamo sempre tutti Apprendisti... no, troppo facile. Chi ha fatto consapevolmente un pezzo di Strada aiuti chi ancora la deve percorrere.


Gli Stati hanno dei doveri. Hanno il dovere di difendere i PROPRI cittadini, di aiutarli nel momento del bisogno, di essere attenti alle esigenze dei nuclei più fragili di chi non ce la fa con le proprie forze. Hanno il Dovere di essere paladini della vittima nei confronti del carnefice. Attualmente, nel nostro Stato di Diritto avviene esattamente il contrario (gli avvocati mi perdoneranno, ho giocato sui termini), ecco ancora che il Diritto fa marcire l'etica. Il Diritto lo si conquista con la fatica e con il tener fede ai propri doveri.

I cittadini hanno dei doveri. Hanno il dovere di rispettare le regole del buon vivere in armonia e pace, del non sovrastare l'altro, di non commettere atti che vanno a discapito dell'altro... un vecchio adagio recita: la tua libertà finisce dove comincia quella dell'altro, ancora una volta il Dovere sta sopra il Diritto. I cittadini o gli esseri umani in genere, hanno il Dovere di rispettarsi e di rispettare. Partiamo da qui e soverchiamo il concetto: io ho il diritto di essere rispettato, partiamo da noi stessi.

Abbiamo il Diritto di protestare: NO: NOI ABBIAMO IL DOVERE DI FARLO se contro ciò che protestiamo non è eticamente giusto e va a discapito del buon senso e della moralità.
Poi possiamo riversare come liquido di una cloaca tutti i pensieri filosofici sul: ma cos'è la morale... non facciamo i furbetti, noi Massoni lo DOBBIAMO sapere che cosa è morale e cosa no, abbiamo il Dovere (ancora una volta) di saperlo, abbiamo il dovere di portare la nostra visione di Uguaglianza, Fratellanza e Libertà nella società che ci ospita. Abbiamo il Dovere di farlo. IL DOVERE.

Ma non lo facciamo, ci siamo persi nei rivoli della cloaca di prima e ci siamo rivestiti anche noi di Diritti. Abbiamo costruito nazioni sulla Carta dei Diritti... ora facciamolo su quella dei Doveri.
Diritti e Doveri sono come la S:. e il C:. , da soli non funzionano, possiamo spostare più o meno l'importanza dello strumento, ma sempre insieme devono lavorare.
Bene spostiamo il C:. della spiritualità del Dovere e portiamo sotto la S:. del Diritto.

Ecco il mio j'accuse nei confronti del Diritto, per il poco che vale, per il poco che conta vi dico:
abbracciamo la LIBERTA' DEL DOVERE e mettiamo in secondo piano la gabbia dei Diritti che, per il momento, ci hanno solo imbarbarito.

Fabio Pedrazzi

Nessun commento:

Posta un commento