lunedì 29 ottobre 2018

LA SCIMMIA SUL TRONO

Oggi vi racconto una storia antica, molto antica. Una storia che mi raccontò un giorno di qualche decennio fa il mio Maestro Zen, e visto che sto cercando di far unire la visione Orientale con quella Occidentale la scrivo qui: su di un blog che tratta di massoneria. Valutate voi se vi pare consona.

Un giorno, si era in autunno, un vecchio uomo ricurvo stava lentamente rastrellando le foglie in un giardino. Un giardino bellissimo dove le piante di loto giapponese in quel periodo diventavano rosse come un tramonto. Il vecchio rastrellava con calma, stando attento ad ogni foglia, ad ogni movimento e assaporando ogni momento di quell'umile lavoro.

Un nobile inglese entrò in quel giardino in cerca del Maestro Zen di cui aveva sentito tanto parlare. Alcuni amici gli avevano raccontato che nel suo torrente c'erano pietre preziose e pesci d'oro, che dalle piante cadevano foglie piene di diamanti luccicanti, ma che solo dopo aver parlato con il Maestro sarebbe stato possibile vedere tutto ciò. Quindi quel giorno d'autunno varcò il cancello sempre aperto del monastero.

- Buon uomo... dove posso trovare il Maestro? - chiese il nobile inglese.
- Sul trono.- rispose il vecchio giardiniere.
- E dove lo trovo il trono?-
- Entrate nel Tempio e lo vedrete, chi troverete sul trono colui è il Maestro -

Il nobile entro nel Tempio, incurante delle regole scritte vi entrò con le scarpe sporcando il pavimento. Il vecchio giardiniere si accorse dell'accaduto e corse con un panno a pulire le pedate che gli stivali del nobile inglese avevano lasciato. Senza dire una parola, pulì e tornò in giardino.
Il nobile si guardò in giro e poi stupito vide una piccola scimmia bianca seduta sul trono.
Uscì immediatamente in giardino in cerca del vecchio ma non lo vide, allora tornò nel Tempio.
Stupito, questa volta sul trono vide il vecchio giardiniere.

- Ma... allora sei tu il Maestro -
- Su questo trono lei è il maestro perché Maestro è il suo nome, ma tu ti sei fermato al Trono, ai pesci d'oro e alle gocce di diamanti... il tuo animo non è puro, ecco perché mi hai confuso con la scimmia. Ma lei è più saggia di te perché lei sa di essere una scimmia mentre tu non ti sei nemmeno mai chiesto chi sei -

Il vecchio giardiniere si alzò dal trono, Maestro gli saltò in spalla ed entrambi si incamminarono nel parco del Tempio in attesa che altri venissero a vedere la scimmia sul trono.

Questa è la storia, ognuno tiri le proprie conclusioni.

Fabio Pedrazzi


Nessun commento:

Posta un commento